COME SCEGLIERE GLI INFISSI

studioArchide:>>>COME SCEGLIERE GLI INFISSI

Come scegliere gli infissi

Come scegliere gli infissi per la nostra casa?

In questo periodo le persone previdenti incominciano a pensare di migliorare o ottimizzare i consumi e l’efficienza energetica dell’appartamento.

In molti condomini gli addetti all’impianto di riscaldamento effettuano i sopralluoghi obbligatori e fissano orari e temperature sulla base delle direttive comunali.

Se l’impianto di riscaldamento è un discorso prettamente tecnico, da affidare esclusivamente ad aziende specializzate e accreditate, per quanto riguarda i tipi di finestre anche un profano può fare qualche considerazione personale e proporre delle scelte.

Perché è vero che l’aspetto tecnico è fondamentale, ma non è assolutamente da discriminare quello estetico. Anche quello che potrebbe essere considerato un “banale” infisso, in realtà definisce lo stile di un’abitazione e di chi ci vive, soprattutto se, come al giorno d’oggi, gli infissi sono disponibili in svariate forme, colori e materiali

Le aziende che producono infissi per esterno si affidano principalmente a tre tipologie di materiali:

come scegliere gli infissi

–       PVC

–       Legno

–       Alluminio

Il PVC è un materiale plastico molto resistente; gli infissi realizzati in pvc hanno la caratteristica di essere molto versatili e quindi facilmente abbinabili ad un arredamento moderno. Grazie alla facilità con cui può essere dipinto, a discrezione dell’utente, si adatta a qualunque stile. Sono inoltre performanti perché resistono agli agenti atmosferici e, non da poco, hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Gli infissi in legno rappresentano la tradizione: eleganti, sostenibili e gradevoli al tatto. La caratteristica principale del legno dona calore e armonia a qualunque tipo di arredamento. E’un ottimo isolante termico ed acustico ed è tra i primi materiali utilizzati nella produzione di infissi per interni ed esterni.

L’eleganza e la resistenza del prodotto dipende dalla qualità e tipologia del legno utilizzato: pino, rovere, castagno e abete tra quelle più gettonate

Le finestre in legno sono perfette nelle case di pregio e protagoniste indiscusse nelle case di campagna o montagna; generalmente tutti i comuni obbligano ad installare gli infissi in legno nelle case situate nei centri storici. Hanno un costo notevolmente superiore agli infissi in pvc, ma danno un tocco di classe ed eleganza che il pvc non potrà mai offrire.

Infine è disponibile l’infisso alluminio, apprezzato perché abbina l’eleganza alla resistenza. Grazie alla tecnologia denominata “taglio termico”, applicata in fase di produzione, le finestre in alluminio sono il perfetto connubio tra eleganza e praticità

I serramenti in alluminio sono molto apprezzati da ingegneri ed interior designer per arredare ambienti moderni e minimali.

Se vengono commissionati infissi in alluminio e legno abbinati tra loro, sono particolarmente adatti per le abitazioni di pregio o di rilevanza artistica, tipiche dei centri storici cittadini.

come scegliere gli infissiUn altro fattore importante da considerare nella valutazione e scelta degli infissi è il sistema di apertura:

  •        A battente: apertura tradizionale
  •        A vasistas: si apre verso l’interno, con cerniere posizionate sul lato inferiore del serramento
  •        A bilico: il serramento gira su un perno situato al centro del telaio
  •        Scorrevole: due ante che scorrono orizzontalmente sui binari
  •        Saliscendi: due ante che scorrono verticalmente
  •        A libro: utilizzata solitamente per la chiusura di verande o di ampie vetrate

come scegliere gli infissiQuali tipi di vetro?

Il vetro semplice, cioè una singola lastra di vetro, è una soluzione abbandonata da tutti i principali produttori ed installatori di infissi in vetro, perché non consente di ottenere un’adeguata protezione termica ed acustica.

La scelta ricade sul vetrocamera o “doppio vetro”, con lastra interna. E’ costituito da due o più lastre di vetro, tra cui viene interposto un telaio in alluminio di spessore variabile, tra i 6 e i 22 mm. Per garantire la perfetta aderenza, le lastre vengono giuntate ad un telaio con apposita colla, per poi farle aderire con una speciale pressa che crea una camera d’aria stagna tra le due lastre di vetro. Per sigillarlo definitivamente, intorno al vetro viene applicata una sostanza che consente di aumentare l’isolamento termico e acustico degli infissi.

By |2017-10-26T16:59:41+00:0011 settembre 2017|lavori di ristrutturazione casa|0 Comments

Leave A Comment